Blog: http://HeavenonEarth.ilcannocchiale.it

I MURI DEL LABIRINTO

 


Se ti manca te ne accorgi
se si aggira nei dintorni non lo avverti
è breve quanto il tempo
si attorciglia senza muoversi
la sua voce è muta, usa le labbra del tuo cuore
i suoi occhi parlano nel sorgere della notte.

Potrai afferrarlo, ma soffocherai.
potrai ignorarlo, ma morirai di sete.

La verità è che ci muove,
ognuno di noi, in cerca dell'altro.


L'Isola che non c'é

Pubblicato il 1/2/2013 alle 18.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web