Blog: http://HeavenonEarth.ilcannocchiale.it

L'ULTIMA GOCCIA DI MARE

 

Ho ricevuto questa lettera da una persona a me molto cara...

 

 

Certo, ti capisco, molto più di quanto pensi, è chiaro e anche umano che alcune persone, pur se ci hanno ferito, rimangono dentro di noi per sempre, contro ogni logica ed ogni ragione, perchè dovremmo saper cancellare quella parte di memoria che le contiene ma, siccome siamo uomini e non macchine, le funzioni "delete" o "formatta" non sono in nostra dotazione .... Però, questo non significa che la nostra vita debba essere condizionata o limitata o in qualche modo frenata da quei ricordi, dalla nostalgia, dai rimorsi o cose simili ... sarebbe lo sbaglio più grave che potremmo commettere, danneggeremmo noi stessi senza ricavarne alcun beneficio ..... ne vale la pena? E allora, dammi retta, si deve sempre e solo guardare avanti, in ogni aspetto della vita, dai sentimenti al lavoro ad ogni altra cosa che ci riguardi ... sennò c'è il rischio che, voltati, non vediamo le innumerevoli strade che abbiamo di fronte e magari perdiamo l'occasione di imboccare proprio quella giusta ... e poi, pensiamoci sopra, se siamo arrivati a questo punto, ossia ci sentiamo persi e a disagio, non sarà che alla fine la strada che abbiamo percorso sinora, o quelle percorse in passato, nella convinzione che fossero le più belle o le più giuste, non erano in realtà le migliori per noi !?  Non vuol dire che comunque non dovevamo fermarci lì  o che comunque, prima o poi, avremmo dovuto cambiare direzione? Io penso di sì ... spesso ci imprigioniamo in celle che noi stessi costruiamo, sperando che arrivi qualcuno a liberarci ... quando la porta non è affatto chiusa.
Basta spingere.
 

Pubblicato il 23/8/2010 alle 22.20 nella rubrica Leggendo i miei Amici.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web