Blog: http://HeavenonEarth.ilcannocchiale.it

INGUARIBILE NON E' SINONIMO DI INCURABILE

 






                  LUDOVICO EINAUDI        OLTREMARE

Socchiudo gli occhi e vedo amori ritrovati,
e che ho lasciato nuovamente,
con le linee chiare nascoste tra lunghi fili scuri
che ho posato sulla riva di pensieri irriducibili
che costringono a riaprire il cuore e la mente,
senza strappi, senza accelerazioni,
un inconoscibile che sospinge l’uno verso l’altro
per lasciare entrare, amorevolmente,
qualche nuovo ospite
per smettere di pensare,
poiché se pensare nella notte toglie il sonno,
durante il giorno toglie la vita.


 

Pubblicato il 23/11/2009 alle 17.20 nella rubrica Le mie poesie 3.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web