Blog: http://HeavenonEarth.ilcannocchiale.it

DISTACCO TEMPORANEO

 

     Mi riprendo quel tempo per me stesso che avevo interrotto
     lasciandovi queste parole di Sergio Matino.
     Buona lettura e buona riflessione.




Le parole sono ponti per attraversare. Pali serrati gli uni agli altri da funi di gioia, di dolore, di speranza, di sogni. Un passaggio verso la differenza per capire l'oltre e imparare dall'oltre, perchè l'oltre mi conosca. Parole amare, amiche, vere, bugiarde. Parole di gioia, di rabbia. Parole d'amore, quante! Troppe per qualcuno, mai abbastanza per me. Mai abbastanza per chi non può rassegnarsi a pensare che sia finito il tempo della compagnia, quando le parole confortavano pene e sanavano ferite. Quando ti scontravi con la parola avversa, curiosa, sgradita che ti provocava, scomodava eppure ti motivava, ti spingeva verso, fuori, allo scoperto o dentro per continuare con le parole/pensiero. Siamo fatti di parole, siamo scambio di lettere sussurrate o gridate. Quanto vuoto nel tempo delle parole confezionate. Sarà forse il caso che ricominciamo a parlare.

SERGIO MATINO



Pubblicato il 21/5/2008 alle 8.26 nella rubrica Diario 2.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web