Blog: http://HeavenonEarth.ilcannocchiale.it

IL POTERE DELL'AMORE

 





Questa è una poesia di Antonio Di Giorgio alias http://teologia.ilcannocchiale.it/ che ho postato undici giorni dopo l’apertura del mio blog, e logicamente è stata poco commentata. La voglio riproporre perché più la leggo più la amo: voglio sperare che tutti voi possiate provare le stesse emozioni che avverto io. Vuole essere anche l’occasione di lasciare un forte abbraccio a mio padre nel giorno del suo compleanno, che non è più con me da trent’anni, almeno fisicamente, e per Alessandra scomparsa all'età di soli dodici anni. 
Quando l’arte di trasmettere il proprio messaggio è bella non ci sono schemi che tengano, non ci sono né citazioni né paragoni da fare, c’è soltanto da leggere, immergersi nella poesia e gustarla tutta. Scende nuovamente una lacrima, ma va bene così…




(dedicato a: Marco senza cui non sarei nel 2007, Vale ed Ila con amore; a chi mi è stato accanto prima del 2000;  ad Alessandra mia sorella 1964-'76;  e soprattutto agli Amici di Marco)


Ho imparato a dire addio

a un sole nato nella pioggia,

a un amore tramontato dietro le nuvole

e poi urlare di dolore,

nel silenzio di una nota.

Come un raggio di luce

penetrerò nel mio cuore

e là griderò la mia rabbia.

Ho imparato a dire addio,

e a guardare indietro.

Un cuore chiuso

devo fuggire.

Tu sei stato una lezione

che dovevo imparare

e adesso vagherò per lidi deserti,

dove non c’è posto per riposare,

non c’è altro da proteggere,

né lamenti da soffocare...

...qui fra mare e lacrime

griderò addio.


antonio di giorgio

Pubblicato il 23/1/2008 alle 10.54 nella rubrica Leggendo i miei Amici.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web