Blog: http://HeavenonEarth.ilcannocchiale.it

Calpesto angosce evolute




Vallate disperse nei miei ricordi

Il vento fa correre il grano

Sulle colline mature,

odore di terra

il vento corre sulle palpebre chiuse

si insinua sotto le ciglia

bacia le mie labbra.

Corriamo

i pini marittimi ci fanno strada,

il cielo stinto

fa risaltare le fattorie

come lo sfondo di un  vecchio film

l’odore del mare è vicino

presto scalderemo la nostra pelle

la sabbia l’accoglierà

come un abbraccio morbido

la brezza ci rilasserà

come una ninna nanna

quieterà i nostri animi

assetati di pace.

mosca bianca


                            

Pubblicato il 3/4/2007 alle 20.35 nella rubrica Leggendo i miei Amici.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web