.
Annunci online

Un luogo in cui il cielo incontri la terra e viceversa ... con un po' di poesia
17 agosto 2014
CONFUCIO
Non importa se stai procedendo lentamente, cio' che importa è che tu non ti sia fermato...



permalink | inviato da HeavenonEarth il 17/8/2014 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (54) | Versione per la stampa
17 novembre 2013
ATMOSFERE SOSPESE DI SOGNI INDOTTI



permalink | inviato da HeavenonEarth il 17/11/2013 alle 22:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
2 maggio 2013
TI RICORDI GOCCIA?
           

"Le persone cambiano e si dimenticano di avvisare gli altri" Tutti cambiamo dimenticandoci come eravamo...
Ma siamo cambiati davvero?




permalink | inviato da HeavenonEarth il 2/5/2013 alle 12:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (32) | Versione per la stampa
4 marzo 2013
SGUARDI INTERIORI
           

La percezione è una scelta, non un ‘dono’ di natura. Nessuno ci ha
insegnato che abbiamo il potere di modificare la nostra percezione e che il
modo che attualmente abbiamo di percepire non è il solo possibile, anche se ci
sembra tale. In realtà siamo abituati a vedere le cose sempre dalla stessa
angolatura e la nostra abitudine ci fa credere che non ne esista un’altra, ma
non è così. E’ sempre possibile considerare le cose diversamente, e spesso in
modo molto più profondo e produttivo...





permalink | inviato da HeavenonEarth il 4/3/2013 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
1 febbraio 2013
I MURI DEL LABIRINTO
 


Se ti manca te ne accorgi
se si aggira nei dintorni non lo avverti
è breve quanto il tempo
si attorciglia senza muoversi
la sua voce è muta, usa le labbra del tuo cuore
i suoi occhi parlano nel sorgere della notte.

Potrai afferrarlo, ma soffocherai.
potrai ignorarlo, ma morirai di sete.

La verità è che ci muove,
ognuno di noi, in cerca dell'altro.


L'Isola che non c'é



permalink | inviato da HeavenonEarth il 1/2/2013 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
30 dicembre 2010
DUEMILAUNDICI

 

 

Felicità è scoprirsi sereni, la gioia di vivere è avere voglia di sognare, l’allegria è un sorriso sincero che nasce all’ improvviso. Vi auguro che ogni in giorno della vostra vita possiate godere di ciò che vi rende sereni, che nel 2011 si rinnovi la voglia di scoprire le meraviglie della vita.



 




permalink | inviato da HeavenonEarth il 30/12/2010 alle 9:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
18 ottobre 2010
RENE MAGRITTE



permalink | inviato da HeavenonEarth il 18/10/2010 alle 11:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
DIARI
5 febbraio 2009
HEJSAN
 




Scrivo con meno frequenza in questo spazio, ma soprattutto è diventato sempre più difficoltoso. Credo che lo diventi un po’ per tutti dopo qualche anno, penso che sia
fisiologico che dopo tanto postare le idee vengano meno, gli argomenti sembrano non avere più l'importanza di un tempo, quasi come se un amore abbia perduto forza... Il tempo ha arrotondato certi spigoli del mio carattere e mi ha reso più morbido, con meno asperità e ruvidezze. Riconosco molte più sfumature di grigio tra il bianco e il nero, sono maggiormente disposto a scendere a compromessi, ma stranamente più determinato in quello che sono, perché finalmente posso dire di cominciare a conoscermi. Scrivere è un piacere e un impegno, ma richiede tempo, lucidità ed energie, e succede che ci siano dei momenti nei quali queste cose vengono assorbite in altri ambiti. Ultimamente i miei pensieri sono faticosi da plasmare, preferisco lasciarli in forma di bozza e tornarci più avanti, magari per ricominciare da capo. Insomma, è un periodo un po’ così, non sempre me la sento. Le energie che di solito spendo nella scrittura ho bisogno di impiegarle altrove, e penso che sia davvero il momento di prendermi una pausa. Ringrazio tutti coloro che mi hanno apprezzato e che in qualche modo mi hanno voluto bene. Per quanto mi riguarda il mio affetto è stato sincero.


 

 




permalink | inviato da HeavenonEarth il 5/2/2009 alle 1:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
27 settembre 2008
"A BOCCA APERTA"
 



Sono seduto aspettando per un controllo medico dopo un intervento chirurgico al quale mi sono sottoposto un paio di settimane fa. Leggo una delle tante riviste datate buttate su un tavolino. Dallo studio esce una giovane paziente dal volto familiare che mi guarda con insistenza. Mi domando il motivo di così tanta curiosità. Si accomoda accanto a me e mi chiede se sono un paziente del dottor… Con gentilezza annuisco, ma non posso rimanere in silenzio e la interrogo sul motivo di tanto interesse nei miei confronti.
Alzandosi mi da un bacio sulla guancia e allontanandosi con un gran sorriso mi dice: è stato molto carino nel darmi coraggio prima dell’intervento: è proprio come la leggo sul suo blog, caro HeavenonEarth!

Sono rimasto a bocca aperta e con il desiderio di sapere chi fosse quella ragazza.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 27/9/2008 alle 10:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
25 settembre 2008
HOUSE "La verità comincia con le bugie"




Il dr. Gregory House è un medico privo di tatto, scontroso anche con i suoi pazienti, che si sorregge su un bastone che sembra evidenziare il suo malessere fisico. Ma il dr. House è anche un ottimo medico, con un modo di pensare anticonvenzionale e un naturale senso clinico che gli hanno procurato nel suo ambiente un grande rispetto. Il suo team è composto da giovani medici scelti tra i migliori che lo aiutano a individuare e superare i misteri clinici che di volta in volta gli si presentano. Tra questi il neurologo dal passato misterioso Eric Foreman, l’immunologa Allison Cameron dotata di una grande sensibilità, e un esperto di terapia intensiva Robert Chase. House si confronta spesso con il suo vero amico, il dottor James Wilson oncologo, mentre si scontra puntualmente con il suo direttore sanitario Lisa Cuddy. Ha grandi capacità diagnostiche che affronta la malattia dei suoi pazienti come una sfida e annovera nel suo curriculum tutti quei casi che nessun altro medico è riuscito a risolvere. E’ un personaggio con un lato romantico non ancora rivelato pienamente, un personaggio assolutamente razionale che non potrà soffocare i propri sentimenti ancora per molto tempo. Anticonformista, misantropo, abrasivo, eccentrico, scontroso, poco simpatico anche ai suoi pazienti; scrupoloso, preparato e con un grande senso clinico. Ecco l’immagine di Gregory House, antitesi dell’eroe empatico e positivo, protagonista della serie che ha messo a soqquadro i canoni tradizionali di tutti i serial ambientati in corsia. Non indossa un camice bianco come tutti i suoi colleghi, perché altrimenti pensano che sia un medico…

Gregory House se ne frega del giudizio degli altri e anch’io me ne infischio se qualcuno mi giudica quando dico che mi sono innamorato del suo personaggio.







permalink | inviato da HeavenonEarth il 25/9/2008 alle 14:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
31 gennaio 2008
GUINNESS DEI PRIMATI PER QUESTA DONNA

 




E dire che qualcuna è affetta da anorgasmia...



"Sembra incredibile eppure quanto sto per raccontarvi è una storia vera verificata scientificamente. Una ragazza londinese che risponde al nome di Ellie Allen ha raccontato al settimanale News of the World di soffrire della Sindrome di eccitamento sessuale permanente. In pratica la giovane, un'avvenente brunetta di 28 anni, ha qualcosa come 250 orgasmi al giorno, uno ogni 6 minuti circa. Quello che per tanti sarebbe un problema sembra però non pesare alla ragazza che si lamenta soltanto di non trovare un uomo abbastanza resistente: "Il difficile ha commentato è trovare un uomo che riesca a stare al mio passo". Lei vorrebbe poter risolvere questo problema una volta per tutte, e avere così una vita normale, ma non esiste una cura. Gli orgasmi alcune volte arrivano senza preavviso e la costringono a strillare, anche pubblicamente. "La gente pensa che avere orgasmi tutto il tempo sia piacevole ha detto al giornale,  mi guardano come se fossi pazza perché trattengo sempre i miei gemiti oppure mi allontano via per i miei momenti privati".
Avere un orgasmo ogni 6 minuti significa non poter fare quasi niente. "Se vado a fare shopping ha spiegato - lo sfioramento con le altre persone mi causa attacchi. Per non parlare di scale mobili e ascensori, quelli sono insopportabili. E anche il lavoro d'ufficio mi è impossibile: le suonerie dei telefoni o anche la sola fotocopiatrice mi fanno impazzire". Una volta, ha raccontato la giovane, ne ha avuto addirittura uno davanti ad un poliziotto che, inconsapevole, l'aveva fermata a un semaforo. Secondo quanto spiegato dal dottor David Goldmeier del St Mary's Hospital di Londra la vita di Allen, come quella di tutte le persone affette da questa sindrome, non è certo piacevolissima. Questa malattia, diagnosticata per la prima volta nel 2001, crea forte disagio e stress. Generalmente scaturisce dopo aver smesso di prendere particolari antidepressivi. Non esistendo una cura vera e propria l'unica cosa che i malati possono fare è usare gel anestetici capaci di intorpidire le sensazioni. Per la ragazza una sola soddisfazione: non trovo mai un uomo che segua il mio ritmo, ma almeno li faccio tutti contenti: mi fanno raggiungere l'apice nei primi minuti e ne guadagna la loro autostima".




permalink | inviato da HeavenonEarth il 31/1/2008 alle 17:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
9 gennaio 2008
"IN" CATENATI... (ma liberi dentro)
 




Ed eccomi qui incatenato (è la seconda volta che mi succede) dalla cara amica Goccia. Io che non amo le catene, la prima volta non ho potuto dire di no a Lou, quindi come poterlo dire a Goccia?
Difficile decidere chi incatenare (questa volta ho deciso di farlo), perché tutti voi siete parte di me, ed è come lasciare fuori una parte che “amo”.

Partiamo
dalle regole del gioco:

1)
Partecipare solo se si è stati nominati,

2)
Lasciare un link al post originario inglese,
3)
Inserire nel post il logo del Thinking blog award,
4 )
Indicare i 5 blog che hanno la capacità di farti pensare.

Veniamo ai fatti:


1)
Sono stato nominato da una blogger alla quale sono molto legato.
2) Clicca qui
per lasciare il link al post originario inglese;
3) Ecco il Postil logo del Thinking blog:





4) Ecco gli incatenati: (ma liberissimi di decidere...) 
    Senza togliere niente agli altri che tengo custoditi nel mio cuore...



VISIONIDIBLIMUNDA:   http://visionidiblimunda.ilcannocchiale.it/
Come non scegliere un’amica che non è soltanto virtuale.

AMORECONTRO:           http://amorecontro.splinder.com/
Una delle bloggers che mi hanno colpito al di fuori della piattaforma del cannocchiale, una persona che ha conosciuto l'amore e la sofferenza.

ARFASATTO:                 http://serapione.ilcannocchiale.it/
Una fiorentina come me, che non conosco personalmente, ma che mi fa molto riflettere.

IO E LUI:                       http://ioelui.ilcannocchiale.it/
Qualcuno che mi sembra di conoscere da sempre, probabilmente perchè mi ricorda una mia cara amica.

ALFACENTAURI:               http://profstupisko.splinder.com/
Unico blogger di sesso maschile, di una sensibilità unica,  anche lui di un’altra piattaforma.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 9/1/2008 alle 11:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa
28 dicembre 2007
BUON "2008" CARI AMICI

 


CHE SIA RICCO

DI PACE,

DI AMORE,

DI GIOIA,

DI BENESSERE,

Di FELICITA’,

DI SERENITA’

E TUTTO CIO’

CHE IL VOSTRO CUORE

POSSA DESIDERARE.









permalink | inviato da HeavenonEarth il 28/12/2007 alle 12:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (34) | Versione per la stampa
24 novembre 2007
LA VITA ALL'INCONTRARIO

 


Questo scritto del grande Woody Allen l'ho custodito in un cassetto per molto tempo. A qualcuno  l'ho inoltrato via e-mail, ma sento l'irrefrenabile bisogno di postarlo, anche se molti di voi già lo conosceranno.


Potrebbe essere la soluzione...

La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.
Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete
tracchete il trauma è bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai
migliorando giorno dopo giorno.
Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare
in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare
del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe
scompaiono.
Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.
Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare
adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari
per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici,
senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.
Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che
ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li
passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con
room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i
coglioni. E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.


Woody Allen




permalink | inviato da HeavenonEarth il 24/11/2007 alle 18:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (43) | Versione per la stampa
29 ottobre 2007
RICETTA PER VIVERE MEGLIO
 



Talvolta andiamoci a leggere questi piccoli consigli che ci possono aiutare nel corso della vita.



Riuscire a mantenere un certo equilibrio tra la vita lavorativa e i momenti di riposo o di svago.

Coltivare un hobby o un interesse extraprofessionale per distogliere la mente dai problemi.

Praticare un’ attività sportiva perché aiuta a scaricare la tensione e l’aggressività.

Concedersi ogni tanto momenti e spazi di solitudine, anche dalla propria famiglia, per favorire la meditazione e il rilassamento.

Non trascurare il sonno.

Aver cura in modo sistematico della propria persona fisica a qualunque età: abbigliarsi, truccarsi, pettinarsi non è vanità ma un modo per sentirsi a proprio agio con se stessi e in forma.

Dedicare un po’ di tempo agli acquisti gratificanti: un vestito nuovo, una giacca, una cravatta o un prodotto per la cura della persona è un gesto protettivo nei confronti dell’ansia.

Dare spazio agli affetti, alla famiglia, agli amici e riflettere sugli aspetti positivi della nostra epoca.

Imparare a dire no senza sentirsi in colpa se lo si ritiene necessario.

Coltivare l’allegria. Questo sarebbe il farmaco più potente del mondo.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 29/10/2007 alle 9:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa
26 ottobre 2007
L'ATTACCO DAL DRAGONE
 


Dopo lo scandalo Mattel, che ha portato al ritiro milioni di giocattoli prodotti
in Cina a causa del loro alto contenuto di piombo ed altre sostanze dannose alla salute, un provvedimento della commissione europea impone agli Stati membri di vietare l’immissione di giocattoli ed altri articoli di puericultura fabbricati in Pvc morbido contenenti ftalati, che sono composti chimici usati nell’industria delle materie plastiche come sostanze aggiunte al polimero per migliorarne la flessibilità e la modellabilità. Questi famigerati ftalati possono creare lesioni al fegato e reni con relativi tumori, alterazioni cellulari e leucemia. Un nuovo allarme all’orizzonte per i nostri figli, un attacco dal Dragone, ricordandoci che il Natale è in arrivo.



permalink | inviato da HeavenonEarth il 26/10/2007 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa
20 ottobre 2007
LA PROPOSTA DI LEGGE LEVI/PRODI (dal blog di Beppe Grillo)
 


                                 Foto di Simone Pomposi                             


Probabilmente tutti noi verremo deportati in questo vecchio carcere


Ricardo Franco Levi
, braccio destro di Prodi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ha scritto un testo per tappare la bocca a Internet. Il disegno di legge è stato approvato in Consiglio dei ministri il 12 ottobre. Nessun ministro si è dissociato. Sul bavaglio all’informazione sotto sotto questi sono tutti d’accordo. La legge Levi/Prodi prevede che chiunque abbia un blog o un sito debba registrarlo al ROC, un registro dell’Autorità delle Comunicazioni, produrre dei certificati, pagare un bollo, anche se fa informazione senza fini di lucro. I blog nascono ogni secondo, chiunque può aprirne uno senza problemi e scrivere i suoi pensieri, pubblicare foto e video. L’iter proposto da Levi limita, di fatto, l’accesso alla Rete. Quale ragazzo si sottoporrebbe a questo iter per creare un blog?
La legge Levi/Prodi obbliga chiunque abbia un sito o un blog a dotarsi di una società editrice e ad avere un giornalista iscritto all’albo come direttore responsabile. Il 99% chiuderebbe. Il fortunato 1% della Rete rimasto in vita, per la legge Levi/Prodi, risponderebbe in caso di reato di omesso controllo su contenuti diffamatori ai sensi degli articoli 57 e 57 bis del codice penale. In pratica galera quasi sicura. Il disegno di legge Levi/Prodi deve essere approvato dal Parlamento. Levi interrogato su che fine farà il blog di Beppe Grillo risponde da perfetto paraculo prodiano: “Non spetta al governo stabilirlo. Sarà l’Autorità per le Comunicazioni a indicare, con un suo regolamento, quali soggetti e quali imprese siano tenute alla registrazione. E il regolamento arriverà solo dopo che la legge sarà discussa e approvata dalle Camere”. Prodi e Levi si riparano dietro a Parlamento e Autorità per le Comunicazioni, ma sono loro, e i ministri presenti al Consiglio dei ministri, i responsabili. Se passa la legge sarà la fine della Rete in Italia. Il mio blog non chiuderà, se sarò costretto mi trasferirò armi, bagagli e server in uno Stato democratico.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 20/10/2007 alle 13:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (31) | Versione per la stampa
1 ottobre 2007
UNA PAUSA...
 


Vi lascio questa bellissima foto. Vi abbraccio tutti, uno alla volta
e con affetto. Ho deciso che per un po' non scriverò.

HeavenonEarth

 





permalink | inviato da HeavenonEarth il 1/10/2007 alle 11:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (43) | Versione per la stampa
12 settembre 2007
SCEGLI DI VIVERE...
 



Ho ricevuto una mail dalla mia amica che voi conoscete come Alex e non posso fare a meno di postarla.

Queste parole sono state scritte da un giornalista che era presente all'incidente.
La ragazza, mentre moriva, sussurrava queste parole e il giornalista scriveva, ... scioccato.

Questo giornalista ha iniziato una campagna contro la guida in stato di ebbrezza.

Se questo messaggio è arrivato fino a te e non lo divulgherai, potresti perdere l'opportunità, anche se non bevi, di far capire a molte persone che la tua stessa vita è in pericolo.


 

Mamma, sono uscita con amici.

Sono andata ad una festa e mi sono ricordata quello che mi avevi detto:
"non bere alcolici”. Mi hai chiesto di non bere visto che dovevo guidare, così ho bevuto una bibita. Mi sono sentita orgogliosa di me stessa, anche per aver ascoltato il modo in cui, dolcemente, mi hai suggerito di non bere se dovevo guidare, al contrario di quello che mi dicono alcuni amici. Ho fatto una scelta sana e il tuo consiglio è stato giusto. Quando la festa è finita, la gente ha iniziato a guidare senza essere in condizioni di farlo. Io ho preso la mia macchina con la certezza di essere sobria. Non potevo immaginare, mamma, ciò che mi aspettava, qualcosa di inatteso! Ora sono qui sdraiata sull'asfalto e sento un poliziotto che dice: "il ragazzo che ha provocato l'incidente era ubriaco". Mamma, la tua voce sembra così lontana! Il mio sangue è sparso dappertutto e sto cercando, con tutte le mie forze, di non piangere. Posso sentire i medici che dicono: "questa ragazza non ce la fará". Sono certa che il ragazzo alla guida dell'altra macchina non se lo immaginava neanche, mentre andava a tutta velocità. Alla fine lui ha deciso di bere e io adesso devo morire. Perchè le persone fanno tutto questo, mamma  sapendo che distruggeranno altre vite? Il dolore è forte, come se mi pugnalassero cento volte…
Dì a mia sorella di non spaventarsi mamma, e a papà di essere forte. Qualcuno avrebbe dovuto dire a quel ragazzo che non si deve bere e guidare. Forse, se i suoi glielo avessero detto, io adesso sarei viva. La mia respirazione si fa sempre più debole e incomincio ad avere veramente paura. Questi sono i miei ultimi momenti, e mi sento così disperata: mi piacerebbe poterti abbracciare mamma, mentre sono sdraiata qui, morente. Mi piacerebbe dirti che ti voglio bene. Ti voglio bene e... addio.

La tua stessa vita è in pericolo. Questo piccolo gesto può fare la differenza…





permalink | inviato da HeavenonEarth il 12/9/2007 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (55) | Versione per la stampa
9 settembre 2007
INCATENATI
 






Mi hanno incatenato…. Un invito così garbato che non potevo rifiutare…



1) Non l’ho aperto io questo blog, ma è stato mio cugino Antonio alias Teologia che mi ha messo davanti al fatto compiuto.

2) Il blog mi ha aiutato ad interagire con persone sconosciute, di ogni età e cultura, a creare nuovi legami ed amicizie.

3) Ad essere me stesso, come sempre del resto.

4) Mi piace ascoltare i silenzi, i sentimenti, amo in qualche modo donare amore, amo riceverlo.

5) Non amo le catene, ma l'invito di una blogger come Lou non si poteva certo rifiutare, fatalmente però  non incatenerò nessuno…




permalink | inviato da HeavenonEarth il 9/9/2007 alle 12:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
8 settembre 2007
Sostieni e partecipa al V-day di Beppe Grillo





8 SETTEMBRE 2007

225 città Italiane e 30 estere



Sostieni e partecipa al V-day di Beppe Grillo

http://www.beppegrillo.it/vaffanculoday/




permalink | inviato da HeavenonEarth il 8/9/2007 alle 14:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
1 settembre 2007
Fra pochi giorni si torna a scuola

 

 

Fra pochi giorni ricomincerà la scuola, e di conseguenza le lotte con i figli che non vogliono studiare. Educarli nello studio e nella vita sono compiti davvero non semplici anche perché le regole che vanno bene per alcuni, non sempre sono valide per altri. Occorrerebbe trovare il modo per motivare i figli allo studio, mantenendo in loro vivi anche altri interessi come per esempio lo sport. Le ore più propizie allo studio sono quelle del primo pomeriggio delegando le ore di gioco al termine dei compiti e adeguando secondo l’età le ore di sonno, perché la stanchezza riduce notevolmente la capacità di apprendimento e di concentrazione. Sta a noi genitori aiutarli a trovare i loro giusti equilibri, tenendo presente che non occorre che i nostri figli siano i primi della classe, ma abbiano l’opportunità di sviluppare al meglio le loro capacità.

 




permalink | inviato da HeavenonEarth il 1/9/2007 alle 6:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa
28 agosto 2007
L' amore deve essere per tutti...
  

Ricordate il mio post di marzo “ E se il celibato dei preti fosse abolito?”

"Sono innamorato di una donna e, il 2 dicembre, ci fidanzeremo in forma casta, se lei vorrà." Così Don Sante, il prete di Monterosso, oggi raccontando la sua verità davanti ai cronisti, ha reso nota anche la data in cui chiederà la mano di questa donna. Il prete ha spiegato di avere un legame affettivo con Laura, di conoscerla da 8 anni e di averla aiutata a scegliere il nome del piccino da lei partorito. Non sappiamo se sia realmente il padre biologico del nascituro, ma per essere un buon padre occorre "solamente" dare amore.

 Riporto un mio commento di allora:

Personalmente sono convinto che si possa contribuire al cammino della Chiesa pur avendo una famiglia in quanto il prete non cessa mai di essere prete, ma può scaldare anche il suo cuore e non solo quello degli altri. Gesù ha lasciato come unica arma l'Amore (per tutti altrimenti non è amore). Come può il prete "eunuco" parlare ai coniugi, ai fidanzati, ai figli se non sa neppure cosa voglia dire manovrare i sentimenti secondo il cuore di Dio, amare una donna con i sensi e l'amore universale? Certamente la mia non è la verità assoluta, ne' quella degli altri può esserla, ma credo che sia giusto (e questo è solo il mio modesto pensiero) dare anche ai preti la possibilità di scegliere.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 28/8/2007 alle 22:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (38) | Versione per la stampa
7 agosto 2007
Ritorno dalle vacanze in Sardegna
 


Dopo sette lunghi anni sono tornato a visitare questa terra che tutto il mondo ci invidia soprattutto per le coste immerse in un mare miracoloso che Dio ci ha regalato come un Paradiso. E’ una terra incantevole, con persone davvero ospitali e con molti ambienti ancora incontaminati. In questa cornice io e la mia famiglia abbiamo fatto la conoscenza di una persona davvero speciale, e l’incontro che fino ad allora era virtuale si è trasformato in realtà, unendo ancor più la nostra amicizia. Sto parlando di uno dei miei blogger preferiti: Visionidiblimunda. Il mio istinto non ha fallito e sono felice di aver saputo riconoscere in lei le qualità che mi attendevo e sono convinto che non ci perderemo.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 7/8/2007 alle 0:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa
16 luglio 2007
Sardegna arrivo!!!






Finalmente è arrivato il momento di vacanze e non vedo l'ora di tuffarmi nel limpido mare della Sardegna. Un abbraccio a tutti voi che mi avete sopportato per sette mesi.






permalink | inviato da HeavenonEarth il 16/7/2007 alle 12:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (38) | Versione per la stampa
6 luglio 2007
Sindrome di Peter Pan
 





La sindrome di Peter Pan è una condizione di eterna adolescenza, in cui una forte maggioranza di uomini e donne tra i 30 e i 40 anni permangono serenamente senza la reale consapevolezza del loro lento defluire. Questa tipologia di persone si sono arrestate alla fase adolescenziale e, come adolescenti, evitano ogni tipo di impegno e responsabilità, affrontando i rapporti interpersonali senza coinvolgimento, senza introspezione, senza serietà evitando conflitti e le grandi passioni. Il tutto, insomma, è teso a mantenere ogni cosa piacevole e superficiale.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 6/7/2007 alle 20:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (44) | Versione per la stampa
3 luglio 2007
Deathly Hallows
 




Molti di noi sono in attesa del settimo ed ultimo libro della saga di Harry Potter. La mente geniale della Rowling ha saputo dar vita a un fenomeno editoriale senza precedenti, infatti dalla sua fervida fantasia è stato creato un universo parallelo con accurati dettagli di un mondo fantastico che ci permette di partecipare emotivamente alle vicende dei personaggi che insieme a Harry Potter vivono avventure entusiasmanti. Un mondo dove sempre più spesso sentiamo il bisogno di rifugiarci per evadere
e dove i veri valori dell’amicizia sono elementi fondamentali.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 3/7/2007 alle 10:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (48) | Versione per la stampa
29 giugno 2007
Troppo consumismo
 



Come ogni anno il periodo primaverile porta con se Comunioni e Cresime, riti d’iniziazione religiosa che si ripetono uguali nel tempo. Mi pare che questi riti religiosi siano diventati occasione di consumismo, un pretesto per regalare ai ragazzi ogni ben di “Dio”. Non solo il classico orologio, il braccialetto, la collanina o la penna, ciò che sottolineava il passaggio dall’infanzia alla pubertà di questi ragazzi, bensì Playstation , telefonini, computer e fotocamere, fino alla raccolta di contanti per far comprare quello che vuole al festeggiato, facendo perdere il vero valore di questo momento: l’incontro fra il ragazzo e Dio. Anche le cerimonie con i ricevimenti che ne seguono dovrebbero essere più moderate. Credo che tutto ciò sia diseducativo credente o meno che ognuno di noi sia.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 29/6/2007 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (43) | Versione per la stampa
20 giugno 2007
Deliver me Sarah Brightman
 



permalink | inviato da HeavenonEarth il 20/6/2007 alle 12:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa
30 aprile 2007
Lasciamole pure giocare con le bambole





Ho alzato il contenitore letto di mia figlia e decine di bambole , non tutte ben conservate,  sono nuovamente apparse ai miei occhi e con loro i ricordi di quasi tredici anni. Le bellissime Barbie, bionde, filiformi, perfette che hanno rappresentato per cinquant’anni il modello di donna per tutte le bambine (e non solo) cui avrebbero voluto assomigliare.  Le Bratz ragazze, forse più vicine ai nostri tempi, con i loro vestiti e look aggressivi. Mia figlia, ormai una ragazzina in continua evoluzione, ha giocato con tutti i due tipi di bambole e mi pare che non abbia subito alcun danno.

 

E adesso leggo che continua a suon di battaglie in tribunale la guerra tra Mattel, madre di Barbie e la Mga, creatrice di Bratz dove la Mattel ha citato la Mga sostenendo che il disegnatore di Bratz era un suo dipendente quando passò i disegni alla compagnia rivale. Ovviamente la Mga ha citato la Mattel per aver copiato una linea di accessori. Intanto, per vincere la concorrenza, Mattel lancia il sito interattivo BarbieGirls.com per giocare alle bambole in rete.

 

 




permalink | inviato da il 30/4/2007 alle 10:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre