.
Annunci online

Un luogo in cui il cielo incontri la terra e viceversa ... con un po' di poesia
14 aprile 2008
UN FOGLIO BIANCO



 L'anno scorso ho ricevuto da uno di voi una mail che conteneva
 quanto segue. Ho desiderio di proporvela con qualche modifica...
  



Le parole lo consumano rapide e senza nemmeno accorgertene hai già finito un rigo, e ora ti ritrovi ad andare a capo. E’ così che funziona. Anche se non ti piace questa idea, è così che va il mondo. Devi sempre andare a capo. Iniziare da dove ti eri fermato, devi sempre raggiungere un altro traguardo, dopo averne conseguito un altro, anche contro la tua volontà. E se ti fermi sei perduto. Devi stare al passo con i tempi, non puoi rimanere indietro, sarebbe un segno di “debolezza”, e non te lo puoi permettere. Questo foglio aspetta che la tua mano si posi delicata e sfiori la sua superficie con la sottile punta della penna che stai impugnando. Nulla più. Quello è il suo obbiettivo, il suo scopo. Serve perché qualcuno possa scriverci sopra, non importa cosa. Pensieri, ricordi, appunti, annotazioni, storie, racconti, teorie: tutto ha una sua importanza, una sua valenza. E tu? Quale è il tuo scopo? Ti sarai posto questa banale domanda migliaia di volte, ma solo pochi riescono a trovare una risposta velocemente. Appare facile, ma è tutto tranne che quello. Appena pensi alle parole obbiettivo e futuro tutto si oscura, il buio si impossessa della tua mente e resti solo tu e quel punto interrogativo, troppo grande al momento per reggere il confronto con te stesso, inciso come un segno indelebile su quel foglio bianco. Ma in realtà sai che non è solo inciso sulla carta indelebilmente ma anche nella tua mente, il pensiero c’è sempre e viene soltanto accantonato di tanto in tanto quando pensi ad altro. E mentre rifletti su ciò, stai perdendo tempo prezioso in cui avresti potuto fare altro. Che senso ha sprecare una vita intera cercando il proprio obbiettivo, cercando di prevedere il futuro, interrogandosi sul perché della propria esistenza. Goditi quello che ti è stato donato. È il bene più prezioso che avresti mai potuto ricevere. Tienilo custodito segretamente dentro di te, non lasciare che gli altri te lo portino via, vivi alla giornata, non pensare al domani. Quando sarà il momento ci penserai. Non perdere tempo pianificando quello che ti sta succedendo. Vivi quel momento con tutto te stesso e non avere rimpianti. Non pentirti di ciò che hai fatto. Sei sempre in tempo per rimediare. C’è sempre una seconda possibilità, un’ ulteriore occasione per ognuno di noi. Vai avanti, sbaglia, piangi. Sbaglia ancora, impara dagli errori e cerca di non ricommetterli. Rivivi i momenti felici della tua vita attraverso i ricordi. Rivivi anche quelli tristi. Questi sono quelli più intensi, difficili da cancellare, quasi impossibili da superare, tant’ è forte la loro intensità. Approfitta delle opportunità che ti sono state date. Non guardare al passato, ma non pensare nemmeno al futuro. Vivi il presente. Dai la giusta importanza alle cose. Non sprecare le occasioni; se ti capita non disperare: ce ne saranno altre. Abbi cura di quello che stai tenendo tra le mani:la tua vita.



permalink | inviato da HeavenonEarth il 14/4/2008 alle 9:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (46) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio