.
Annunci online

Un luogo in cui il cielo incontri la terra e viceversa ... con un po' di poesia
4 gennaio 2008
COME UN BOOMERANG... (danno di ritorno)
 






Nella comunicazione fra genitori e figli, l'ascolto, l'attenzione sono gli elementi fondamentali per lo sviluppo e la crescita dei figli. Una fase dello sviluppo che mette a dura prova la comunicazione fra genitori e figli è la fase adolescenziale. La conflittualità tra i bisogni di autonomia e di protezione dell'adolescente si esprimono all'interno della famiglia attraverso nuove e diverse forme di comunicazione sia verbali come silenzi, aggressività verbale, aumento dei conflitti, provocazioni, che non verbali come modo di vestire e di atteggiarsi, rapporto con il cibo, modalità di gestire gli spazi personali.
La fase dell'adolescenza caratterizzata da comportamenti che vanno dalla solitudine all'irrequietezza, dal rifiuto delle regole familiari (fino ad allora accettate) al rifiuto scolastico, dalle nuove richieste ed esigenze relative al desiderio di avere il motorino, di andare in discoteca, di non avere orari da rispettare, comporta delle irregolarità di condotta nel contesto familiare, che rischiano di compromettere in modo drastico la comunicazione all'interno della famiglia.

Mi tuonano in mente queste parole della mia cara amica Alessandra che voi tutti conoscete come Alex:

 
“Chi siamo noi per dirti se sei un buon genitore, se ti stai comportando bene, se tua figlia verrà come te, meglio di te o se, invece, peggio? I valori che si danno ai figli sono importanti, ma spesso non servono, quello che loro recepiscono, purtroppo, sono altri messaggi, quelli che vengono dall'esterno, dalle amicizie, dagli amori. Per cui tu puoi dargli tutti i valori che vuoi, ma non è detto che lei li recepisca. I figli non sono nostri, ma della società.”




permalink | inviato da HeavenonEarth il 4/1/2008 alle 9:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (67) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        febbraio