.
Annunci online

Un luogo in cui il cielo incontri la terra e viceversa ... con un po' di poesia
29 marzo 2007
"Lentamente" by Adriana Di Mauro




La guardò muoversi lentamente nei suoi ricordi, quando la semplice consapevolezza della sua esistenza gli riempiva le ore. Ritrovò ad occhi chiusi un’emozione che lo ricondusse su un campo di lunghi fili d’erba danzanti, sul quale l’aveva amata sotto dolci raggi di sole.
Come una goccia si era sentito di fronte all’immensità del suo amore. Dentro il suo corpo morbido e mutevole, sereno e burrascoso, come il mare, si era perso infinite volte, sfiorando la pelle che cedeva, morbida, alla pressione delle sue dita con un senso pungente di brividi. Labbra schiuse, umide, a tratti tremanti, l’avevano baciato, accolto, riempito di soffio di vita. Capelli neri che al tatto cambiavano sfumatura, occhi che rubavano il mondo.
Sapore di vento misto a profumo di fiori e sapori sconosciuti. Mani minute che cercavano soglie nuove da esplorare con la timidezza di amante inesperta. Era stata il primo amore, il primo battito mancante, la prima gioia di vita.
Con lentezza l’aveva amata, assaporando ogni istante quel sogno realizzato, conoscendo le vibrazioni di un corpo che gli si donava con l’anima, piccolo, generoso e affamato.
Si era posata bambina sul prato in un pomeriggio di primavera alzandosi, poi, donna.


Adriana Di Mauro 




permalink | inviato da il 29/3/2007 alle 11:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (35) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile