.
Annunci online

Un luogo in cui il cielo incontri la terra e viceversa ... con un po' di poesia
8 maggio 2015
INIZIO

Trasferire su un foglio bianco I propri sentimenti non è mai semplice...
Non voglio correre, ma voglio camminare, adagio, e scrivere specchiandomi in ogni immagine.
Vi colpiranno ogni singola ogni parola “dedicata”, parlando di un elemento della natura dandogli un corpo, delle fattezze corporee, come se l’aria e il vento fossero corpi e come corpi viaggiassero “in voi”.
I sentimenti non sono solo un bel quadro da guardare, è presenza ai nostri sensi, è compagna di giochi, è manifestazione di noi, è la nostra grande amica per tutti.
Attraverso il libro dunque non si crea soltanto una conoscenza, una motivazione nei piccoli al dialogo ma un’empatia, un abbraccio con ciò che vive loro accanto come meravigliosa favola presente.
Occorre disporsi al silenzio, gustare le frasi che hanno un respiro sempre accattivante e luminoso.
La lettura e la visione creano una disposizione naturale all’ascolto e alla comprensione delle diversità di pensiero raccogliendo la bellezza ed amando con un cuore attento e profondo quando si entra in empatia con noi stessi.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 8/5/2015 alle 15:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
10 settembre 2014
RISPETTA IL PROSSIMO
Ogni forma di vita, in quanto è vita, è sacra e questo deve bastare. 
L'uomo giusto è colui che, quando trova un verme che si è smarrito dopo un temporale e si sta seccano sull'asfalto, rimette l'animale nell'erba senza chiedersi di quanta intelligenza sia dotato. Lo salva perché è vivo e la vita è sacra...



permalink | inviato da HeavenonEarth il 10/9/2014 alle 13:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (29) | Versione per la stampa
30 agosto 2014
19 agosto 1958
L'Amore è come un boomerang
 lancialo lontano
 vedrai che prima o poi tornera'...



permalink | inviato da HeavenonEarth il 30/8/2014 alle 0:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (37) | Versione per la stampa
27 agosto 2014
ONDE INTERIORI
Non si guarisce mai da cio'  che ci manca, ci si adatta, ci si racconta altre verita'. Si convive con sé stessi, con la nostalgia della vita. Per non soffrire... 




permalink | inviato da HeavenonEarth il 27/8/2014 alle 10:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa
17 agosto 2014
CONFUCIO
Non importa se stai procedendo lentamente, cio' che importa è che tu non ti sia fermato...



permalink | inviato da HeavenonEarth il 17/8/2014 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (54) | Versione per la stampa
17 novembre 2013
ATMOSFERE SOSPESE DI SOGNI INDOTTI



permalink | inviato da HeavenonEarth il 17/11/2013 alle 22:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
2 maggio 2013
TI RICORDI GOCCIA?
           

"Le persone cambiano e si dimenticano di avvisare gli altri" Tutti cambiamo dimenticandoci come eravamo...
Ma siamo cambiati davvero?




permalink | inviato da HeavenonEarth il 2/5/2013 alle 12:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (32) | Versione per la stampa
4 marzo 2013
SGUARDI INTERIORI
           

La percezione è una scelta, non un ‘dono’ di natura. Nessuno ci ha
insegnato che abbiamo il potere di modificare la nostra percezione e che il
modo che attualmente abbiamo di percepire non è il solo possibile, anche se ci
sembra tale. In realtà siamo abituati a vedere le cose sempre dalla stessa
angolatura e la nostra abitudine ci fa credere che non ne esista un’altra, ma
non è così. E’ sempre possibile considerare le cose diversamente, e spesso in
modo molto più profondo e produttivo...





permalink | inviato da HeavenonEarth il 4/3/2013 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
16 febbraio 2013
GOCCIADIME








Credi di conoscermi, vero? Ti sbagli. Dovresti toccare con le dita il corpo nudo dei miei pensieri, stringerli con forza e sentire che forma hanno i miei sogni. Avresti solo una vaga idea dell’infinitamente intraducibile che c’è in me. Saresti avvolto da un alone di smarrimento mescolato a confusione e sgomento. Tu che sei abituato a dare un nome a tutto ciò che ti circonda, non sei ancora stanca delle etichette? Butta via quell’ odioso pennarello indelebile. Credi che tutto sia classificabile per ordine, numero e genere. Uno come me. Mi spiace ma non rientro in nessuna graduatoria. Non esiste uno come me. Ti è sfuggito qualcosa? Te lo spiego io: ognuno è unico nel suo genere ed è irripetibile. Come me. Ma che ne sai di me? Non conosci neanche un millesimo di me. Sai come ho agito ieri, ma non provare ad avere la presunzione di sapere come agirò domani. Cambiare è sinonimo di crescita. Eppure sei abile a sparare sentenze, come un giudice frustrato da chissà quali carenze. Come me. Pronto a farsi in quattro per gli altri? Come me. Audace e determinato eppure tanto insicuro e bisognoso di calore umano? Come me. Folle e saggio al contempo e in egual misura? Provi invidia, dì la verità… Tu che la follia non sai neppure cosa sia. Tu che le tue giornate scorrono uguali e monotone scandite solo dal battito di un orologio. Questa è la Vita, non è un’equazione algebrica. Non esistono solo norme e regole, non è detto che sia sempre tutto rigorosamente calcolato. Spiacente, ti hanno informato male. Qui due più due non fa sempre quattro, qui gli imprevisti sono imprevedibili, qui le opinioni sono opinabili. Cos’è non ti sta bene? Senti la terra sotto i piedi che trema? Sei turbata? Rilassati. Ma tu sei rinchiuso in una torre di polistirolo, non te ne rendi conto. Quanto hai impiegato a costruirla? Tutta la tua infanzia? Una vita intera? Chi ti ha insegnato a vedere solo il bianco o solo il nero? Non sai quante sfumature che ti sei perso e quante ancora ne perderai . E smettila di dire “TU non hai capito”. Prova a dire “IO non mi sono spiegato bene”. Non pensare che le tue idee sono le uniche legittime. Ma tu sei così certo di essere integerrimo… a te non è concesso sbagliare? Bene, ti insegno una cosa che nella tua torre di polistirolo non è mai arrivata : sbagliando s’impara. Non fa parte dei precetti che ti hanno inculcato? Ora ascolta, distruggi la tua torre… forse sei ancora in tempo… Vuoi provare con il fuoco? Non sai quant’è bello sentire il calore che divampa… non avere più alcun controllo… solo brividi che ti percorrono la schiena ed oltrepassano la pelle. Lo senti? Senti il caldo che inonda? Fa ancora freddo lì dentro? Cosa c’è? Sei scettico ed incredulo nel tuo non provare nulla. Nessun tremito, nessun sussulto, nessun brivido. Te lo spiego io cosa c’è. Non puoi uscire di là. Il polistirolo è ignifugo.

Gocciadime




permalink | inviato da HeavenonEarth il 16/2/2013 alle 23:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (32) | Versione per la stampa
5 febbraio 2013
IN A TIME LAPSE - LUDOVICO EINAUDI

 

Ludovico Einaudi riesce sempre a sorprenderci mantenendo l’inconfondibile stile che rende la sua musica riconoscibile dopo poche note. "In a time lapse" è la prosecuzione di un progetto iniziato con "Divenire", seguito poi da "Nightbook", ma in questo nuovo album la linea delle emozioni viaggia più in profondità. Al primo impatto si può rimanere un poco disorientati perché la materia musicale è utilizzata con più parsimonia, la trama è meno appariscente, i volumi più calibrati. Ma ad ogni nuovo ascolto il disegno appare sempre più chiaro fino ad emanare tutto il suo splendore.



 




permalink | inviato da HeavenonEarth il 5/2/2013 alle 21:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
1 febbraio 2013
I MURI DEL LABIRINTO
 


Se ti manca te ne accorgi
se si aggira nei dintorni non lo avverti
è breve quanto il tempo
si attorciglia senza muoversi
la sua voce è muta, usa le labbra del tuo cuore
i suoi occhi parlano nel sorgere della notte.

Potrai afferrarlo, ma soffocherai.
potrai ignorarlo, ma morirai di sete.

La verità è che ci muove,
ognuno di noi, in cerca dell'altro.


L'Isola che non c'é



permalink | inviato da HeavenonEarth il 1/2/2013 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
22 gennaio 2013
INSEGUENDO L'AMORE
 






Le persone che amiamo, vivono già dentro di noi,

da sempre.

Anche se non lo sappiamo.
Anche se non lo abbiamo mai saputo.
Anche se dovessimo non saperlo mai.

A volte,
accade di incontrarle.

A volte. 


Vaghe idee




permalink | inviato da HeavenonEarth il 22/1/2013 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
19 gennaio 2013
I RINVII DI ESPERIA
 




Rinviamo continuamente l’istante
in cui non ci incontreremo in nessun luogo.
Nel frattempo ridiamo molte volte
di tante cose della nostra vita,
e a volte piangiamo soli, di nascosto,
per ciò che non ritornerà mai più.


Titos Patrikios




permalink | inviato da HeavenonEarth il 19/1/2013 alle 15:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
16 gennaio 2013
SI PUO' DIRE AMORE?
 





Disse la donna: «Vorrei conoscere il suo amore, vorrei sapere del suo amore.»

Disse il vecchio: «Non saprai né conoscerai il suo amore, così come non dire mai del tuo amore.»

Ribadì la donna: «L'amore deve porsi sempre alla luce del sole, perché nasconderlo?»

Rispose il vecchio: «Se anche potesse vivere nella luce, e già basta la luce di sé, riparalo all'ombra, poiché come ogni bellezza umana è caduca. L'amore ha pudore a parlare di sé e mai sentirà di aver trovato le parole giuste per dire del suo amore. L'amore si vela, si nasconde, non si mostra, sa di essere un mistero per sé e, a maggior motivo, per gli altri. Così gli amanti conservino il segreto nel loro temenos, le intese, gli sguardi che parlano, i codici. Dire amore mio si può, si deve, ma non dire mai del tuo amore come è edificato.»

Archetypon




permalink | inviato da HeavenonEarth il 16/1/2013 alle 9:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
8 gennaio 2013
NON SMETTIAMO DI AMARE
 





Gli esseri umani vi deluderanno, vi faranno soffrire, è inevitabile,
ma voi lasciate scorrere la vostra sorgente, ossia non smettete mai di amare.
Direte: «Ma ne abbiamo abbastanza di essere sempre malmenati, ingannati, lesi».

È meglio essere malmenati, ingannati e lesi
piuttosto che impedire alla propria sorgente interiore di scorrere.
Potete sempre porre riparo alle perdite, alle delusioni,
ma se la sorgente dell'amore non scorre più, siete perduti:
interiormente, diventate una palude.

Ovviamente, è preferibile sapere come orientare l'acqua
di quella sorgente, come canalizzarla, affinché non vada a scorrere in un posto qualunque,
in un giardino qualunque, per favorire la crescita di erbacce o di ortiche.

Non bisogna lasciar inaridire la sorgente, ma non è proibito proteggerla, vegliare,
affinché scorra per alimentare unicamente i figli di Dio. E gli altri?
Cosa si deve fare con loro? Non è affar nostro.
La vita se ne incaricherà.

Omraam Mikhaël Aïvanhov




permalink | inviato da HeavenonEarth il 8/1/2013 alle 23:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
2 gennaio 2013
FEMMINILE SINGOLARE
 



Alla fine il bello dell'amore è proprio il fatto
di potersi innamorare di chiunque.

"È solo un amica" ma poi ti innamori.
"È antipatica" ma poi ti innamori.
"Siamo così diversi", ma poi ti innamori.
"Abitiamo lontanissimi", e ti innamori.

L'amore non si sceglie, l'amore ti sfonda la porta di casa
e ti trascina da chi gli pare.


F. Roversi




permalink | inviato da HeavenonEarth il 2/1/2013 alle 17:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
30 dicembre 2012
NEL VIAGGIO DELL'ANIMA





Al viaggiatore dell'anima dico: esplora, chiedi e ti sarà dato.

Così scoprirai che
chi conduce un fardello pesante sarà anche il più leggero;
chi più scende in basso più si ritrova in alto;
chi chiude gli occhi dischiude e chi serra la bocca grida;
chi ama soffre e chi soffre potrà amare;
chi ama è felice ma si prepara ad essere infelice.

Lasciami rimanere qui avvolta nel tempo aggrappata ad un eterno presente
Lasciami rotolare nelle onde accarezzata dalla corrente
e pensare che questo sia il mio luogo.
Lasciami correre in tondo così che non mi perda
e possa ancora trovarmi in te
Lasciami sognare l'odore del mare e fai che nessun frastuono mi svegli
Lasciami rimanere qui vicino a te.


Ombre di luce/Aria



permalink | inviato da HeavenonEarth il 30/12/2012 alle 21:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
27 dicembre 2012
LEGGENDO "OMBRE DI LUCE"
 


C'è un volere che non vuole, una forma di manifestazione dell'essere profondo che viene alla coscienza che crede di volere ma non può, come un'onda che vuole la spiaggia e mai la raggiunge, un fiume che vuole l'oceano e divagherà solo in un lago.

È quella che cerca un cuore, e stanne certa lo troverà, eppure non giunge a impregnarsene poiché pur volendolo non vuole. È quella che cerca una tranquillità, e per un istante la sfiora, eppure se ne allontana poiché pur volendola non vuole. È quella che fa intraprendere un viaggio che non si separa da casa, che fa dire non ci sto eppure non vivrà che in quello stare.

Strana volontà che scorre nei piani dell'edificio umano dove, ricordatene, ciò che è alla luce ha radici nell'oscuro, e tanto spesso, più di quel che credi, le luci che s'accendono non sapranno essere abbastanza forti da cancellare le ombre.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 27/12/2012 alle 19:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sentimenti
16 agosto 2012
NESSUN LUOGO E' LONTANO





Non importa quanto tu sia lontano.
I legami tra le anime esistono perché creati dal pensiero.
Fili invisibili che legano ricamando sull’anima
tutto ciò che gli occhi non possono vedere,
e lo trasformano in emozione, in gioia, in dolore.
Avviene tutto dentro.
Nei meandri del cuore, nei nascondigli della mente.
E vivono come tatuaggio sulla pelle dell’Anima.
E arrivano Ovunque.


Catherine Morena Ramos




permalink | inviato da HeavenonEarth il 16/8/2012 alle 11:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
24 giugno 2012
MASTERPIECE









permalink | inviato da HeavenonEarth il 24/6/2012 alle 18:38 | Versione per la stampa
13 giugno 2012
STORIE CHE FANNO RIFLETTERE (Parte 15)

 





"Un professore terminò la lezione, poi pronunciò le parole di rito: "Ci sono domande?". Uno studente gli chiese: "Professore quale è il significato della vita?". Qualcuno tra i presenti che si apprestava ad uscire rise. Il professore guardò a lungo lo studente, chiedendo con lo sguardo se era una domanda seria. Comprese che lo era. "Le risponderò", disse. Estrasse il portafoglio dalla tasca dei pantaloni, ne tirò fuori uno specchietto rotondo, non più grande di una moneta. Poi disse: "Ero bambino durante la guerra. Un giorno, sulla strada, vidi uno specchio andato in frantumi. Ne conservai il frammento più grande. Eccolo. Cominciai a giocarci e mi lasciai incantare dalla possibilità di dirigere la luce riflessa negli angoli bui dove il sole non brillava mai: buche profonde, crepacci, ripostigli. Conservai il piccolo specchio. Diventando uomo finii per capire che non era soltanto il gioco di un bambino, ma la metafora di quello che avrei potuto fare nella vita. Anch'io sono il frammento di uno specchio che non conosco nella sua interezza. Con quello che ho, però, posso mandare luce - la verità, la comprensione, la bontà, la tenerezza - nei bui nascosti del cuore degli uomini e cambiare qualcosa in qualcuno. Forse altre persone vedranno e faranno altrettanto. In questo, per me, sta il significato della vita”.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 13/6/2012 alle 18:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa
LAVORO
5 giugno 2012
GRUPPO LAVORATIVO
 






Intensa capacità riflessiva e uno spiccato senso di giustizia, incentrato sulla pari dignità tra gli individui, che porta a focalizzare sui valori ed avere un atteggiamento meritocratico. Una scelta ottimale per creare un buon gruppo di lavoro che portano a considerare le esigenze del prossimo ed avere tendenze altruistiche. Timido  tende a legare con pochi ricercando affinità e frequentando solo coloro con cui si crea un feeling. Un atteggiamento selettivo, ma che limita la possibilità di attorniarsi di persone non desiderate, ma che genera un sincero scambio di valori condivisi.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 5/6/2012 alle 14:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
sentimenti
22 maggio 2012
SALTO NEL VUOTO




Che sapore hanno i sogni di un’esistenza a lungo rincorsi, fino a intuirne l’amara e fragile natura nei nostri pensieri? E quelli abbandonati a loro stessi, che pure avrebbero potuto colorarci le giornate di una felicità più tenue ma non meno spontanea e duratura? Non trovo la risposta nelle mie tasche, ma so per certo che questi quesiti basterebbero da soli a riempire buona parte della vita di una persona. La vita prolifera di bivi, possiamo solo scegliere una strada concordemente con quanto ci sentiamo di fare in un dato momento, ed alla fine del viaggio, constatare che il nostro cammino altro non è se non la risultanza di innumerevoli decisioni (piccole o grandi che siano) prese in congiunture differenti. I miei sogni li alimento, li coccolo, a volte sono io a lasciarmi viziare da loro senza incertezze, perché la vita è una sola ed è esageratamente breve.
Scrivere cose che riposano dentro il cuore, potendo quindi dirle evitando che la mente offuscata frantumi ogni logica, scrivendo anche il silenzio, poiché scrivendo qui, sarei in qualche modo un "profanatore"... In questo paradosso di scrivere quello che non vorrei scrivere e di rimandare quello che non dovrebbe essere rimandato, comprendo solo che sto fuggendo da un orizzonte per ritrovarmi in un altro, che per quanto sospetto, cammina con me e mi invita a un ulteriore procedere, immutabilmente cambiandosi, immutabilmente cambiandomi. Chi sceglie il cammino del cuore non sbaglia mai; chiunque prende la strada sicura è come se fosse morto; a volte chi sceglie il cammino più lungo arriva prima all'appuntamento con se stesso.






permalink | inviato da HeavenonEarth il 22/5/2012 alle 12:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
15 maggio 2012
MEDITATE UOMINI...
 





Anche se non pratica del lago, la moglie decide di uscire in barca. Accende il motore e si spinge ad una piccola distanza; spegne, butta l’ancora e si mette a leggere il suo libro. Arriva una guardia forestale in barca. Si avvicina e le dice:

-Buongiorno, Signora, che cosa sta facendo?
– Sto leggendo un libro, risponde lei (pensando “non è forse ovvio?!”).
– Lei si trova in una zona di pesca vietata, aggiunge la guardia.
– Mi dispiace, agente, ma non sto pescando. Sto leggendo.
– Sì, ma ha tutta l’attrezzatura. Per quanto ne so, potrebbe cominciare in qualsiasi momento. Devo portarla con me e fare rapporto.
– Se lo fa, agente, dovrò denunciarla per molestia sessuale, dice la donna.
– Ma se non l’ho nemmeno toccata… ribatte’ la guardia forestale.
– Questo è vero, ma possiede tutta l’attrezzatura. Per quanto ne so potrebbe cominciare in qualsiasi momento.
– Le auguro buona giornata, Signora, e la guardia se ne va.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 15/5/2012 alle 18:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (29) | Versione per la stampa
letteratura
12 maggio 2012
"DOLCI" PENSIERI
 






Cerca di pensare che la vita è una scatola di biscotti. Hai presente quelle scatole di latta con i biscotti assortiti? Ci sono sempre quelli che ti piacciono e quelli che no. Quando cominci a prendere subito tutti quelli buoni, poi rimangono solo quelli che non ti piacciono. È quello che penso sempre io nei momenti di
crisi. Meglio che mi tolgo questi cattivi di mezzo, poi tutto andrà bene.
Perciò
la vita è una scatola di biscotti…

Murakami Haruki




permalink | inviato da HeavenonEarth il 12/5/2012 alle 15:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa
sentimenti
9 maggio 2012
AMORI NON POSSIBILI
 



Amica cara...

L'amore impossibile, una goccia che scava. Convive in mezzo a tutto il resto, quando tutto il resto diventa irrilevante. Pietrificato, inerte, l'amore impossibile conosce la parola infinito, in un giro di accordi che si ripetono e che non stancano mai, fino a diventare improvvisamente silenzio. L'amore impossibile e' eterno. Va oltre te e me…




permalink | inviato da HeavenonEarth il 9/5/2012 alle 10:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (33) | Versione per la stampa
29 aprile 2012
GEORGETA E COSMIN
 


L'amore incorona la bellezza delle vostre anime in questo giorno importante.
Conservatene la gioia, l'entusiasmo e rendetene preziosi i giorni con i fatti,
gesti da rendervi unici. Sposando l’Amore sposate l’Amore per la vita.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 29/4/2012 alle 20:43 | Versione per la stampa
16 aprile 2012
IL PESO DELLA MEMORIA "15 Agosto 1978"
 



“Caro figliolo me ne sono andato, non ho potuto fare altrimenti, il male mi ha catturato, ma resterò sempre nel tuo immenso cuore e mi raccomando di vivere sempre nella trasparenza più assoluta”… Moltissimi anni sono passati da quando la sabbia gli scivolò addosso come una carezza, da quando soltanto un obelisco restò a rappresentare il suo aspetto fisico. “Marco a mano a mano che crescerai scoprirai che la vita è fatta di incontri, conoscenze e separazioni”. Lo so padre mio, ma le separazioni sono la cosa più amara e difficile da accettare, soprattutto se amiamo. Separarsi vuol dire che dopo non sarà mai più come prima, che qualcosa è uscito dalla nostra vita, che un pezzettino di noi ci è stato tolto e non potrà mai più essere rimesso al suo posto”. “ Quando parlo di vivere, figliolo, intendo la capacità di vedere e sentire, ridere e piangere. Lo so che tu hai soltanto voglia di piangere, di non esistere; ma hai visto come le cose invecchiano, si consumano e vanno in pezzi? Tutti abbiamo nel petto un cuore che batte, anche se sono soltanto un obelisco di marmo grigio. L’importante è godersi la vita finché siamo vivi, senza aver paura di morire, senza aver paura di soffrire, senza aver paura di sbagliare. La morte è la separazione finale, Marco, la più dura da accettare perché è per sempre. Devi comprendere la mia morte impedendo che ti amareggi l’esistenza, e voglio che tu mi prometta che sarai un vero uomo e… “ Ma cosa significa essere un vero uomo, cosa significa essere forti?” “Significa che un Amore non diventi un àncora, devi ricominciare daccapo, ma non da zero. Devi ricominciare con tutte le cose che hai imparato finora. Principi di Amore, di guida, di sostegno, di guarigione; tutti lavorano per te, anche adesso”.




permalink | inviato da HeavenonEarth il 16/4/2012 alle 18:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
sentimenti
28 aprile 2011
ES-SENZA






Amica cara,

 Ogni parola è come se fosse già stata detta, scritta, raccontata, udita, ogni pensiero rivive quello degli altri, ogni emozione è l'ennesima già vissuta qui dentro e ogni sussurro non sarà mai il primo o l'ultimo di questo mondo improbabile. La mia "mancanza" (per usare un aforisma a te noto) non è che un piccolo, insignificante e forse inutile granello. La ripetitività di tutto questo mi rende qualche volta ombroso, scostante, a tratti assente dove la ma la mia “as-senza” non è fatta di silenzi o di vuoti... ma di pensieri e di sguardi. Sono rimasto per un po' a guardare ed ad assistere, a volte anche sorridendo, al distacco, alla sua totale indifferenza. Eppure, come quando capita di vivere non conoscendo fino in fondo il perché, continuo a stare qui, aspettando non so bene cosa... nonostante tutto.

 




permalink | inviato da HeavenonEarth il 28/4/2011 alle 9:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (27) | Versione per la stampa
7 aprile 2011
D.A.P. Concerto






permalink | inviato da HeavenonEarth il 7/4/2011 alle 16:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre